Il legno è uno dei materiali da costruzione più utilizzati. Non è semplice lavorarlo, conoscerne i segreti e gli strumenti adatti, ma ovviamente non parliamo di alta falegnameria o di progetti complessi, ma di utilizzare la nostra fantasia per piccoli lavori, magari per dare un tocco personale alla nostra casa, per dire “questo l’ho fatto io”, parafrasando una nota rivista italiana.

Con qualche accorgimento ed un pizzico di inventiva, scoprirete quante cose si possono fare con il legno massello, in modo semplice, con alcuni attrezzi che tutti abbiamo in casa o che quantomeno dovremmo avere.

UN MATERIALE UNICO: COSA SI PUÒ FARE CON IL LEGNO?

Il modo migliore per approcciarsi ad un lavoro di falegnameria fai da te, seppur semplice o di modeste dimensione, è sviluppare un progetto. Quindi va disegnato tutto: vanno calcolati bene gli ingombri e soprattutto misurato bene ogni parte che verrà successivamente assemblata. Un esempio pratico: se volete creare un box mensola da inserire in una nicchia, dovete calcolare bene la lunghezza del piano verticale perché dovrete sommargli lo spessore delle pareti del box. Sembra un’ovvietà ma per un neofita non è così scontato.
Una volta prese le misure bisogna scegliere il legno. Il consiglio è di chiedere aiuto ad un addetto del reparto legno del negozio nel quale vi recherete. Sapranno indicarvi al meglio. È importante che studiate un po’, e vi documentiate cercando su internet. Prendete sempre siti autorevoli, dove esperti in falegnameria spiegano le differenze tra i vari tipi di legno e cercate dei tutorial su YouTube, così potrete essere preparati quando vi confronterete col negoziante.

QUALI STRUMENTI SERVONO PER COSTRUIRE CON IL LEGNO?

Indispensabili per la lavorazione che vi state prestando a mettere in atto, gli attrezzi. Gli strumenti, infatti, sono importanti ed è necessario siano scelti con cura. Per quanto siano allettanti le offerte con attrezzi a buon mercato, sappiate che meno spendete più spendete. Sì, perché gli attrezzi scadenti si deteriorano in fretta, si rompono e il più delle volte non assolvono il loro compito. (Ad esempio cacciaviti che si smussano sino ad essere inutilizzabili, seghe che si flettono perché troppo sottili o addirittura si rompono, trapani che non forano perché poco potenti o con batterie scadenti, avvitatori che non avvitano per il medesimo motivo.)
Quindi fate bene attenzione agli utensili. Devono essere commisurati all’utilizzo che ne farete. Quindi non devo essere iper professionali, costerebbero molto e non li utilizzereste come dovreste, ma nemmeno troppo da battaglia, in fin dei conti non sono dei giocattoli e soprattutto dovreste poterli utilizzare bene nel tempo.

COSA SI PUÒ FARE CON IL LEGNO? TANTE IDEE PER COSTRUIRE

Per ideare complementi, anche di un certo impatto, non è sempre necessario una profonda conoscenza tecnica della falegnameria e nemmeno essere dei novelli Mastro Geppetto, bastano ingegno, intuito e creatività.

Ad esempio con del legno di recupero potete fare delle magnifiche scaffalature: potete utilizzare come montanti delle guide in ferro, reperibili semplicemente in ferramenta, e levigando e trattando il legno rovinato dal tempo porterete in risalto le imperfezioni e lo renderete elegante e ricco di storia.
Procedimento simile potete applicarlo alle ante di vecchie finestre, o vecchie porte. Infatti potrebbero diventare dei piani di appoggio: come tavolini, tavoli o addirittura dei piani per incassare dei lavabi! Basta montargli quattro gambe reperibili nei negozi fai da te.
Anche le mensole possono essere realizzate partendo da vecchie assi di legno, sezioni di porte o ante di vecchi mobili. L’effetto potrebbe essere rustico, shabby o anche industrial, dipende dal contesto e dagli altri materiali utilizzati, o da come verrà trattato il legno successivamente. Ad esempio se si utilizza una vernice bianca opaca, successivamente grattata per avere un effetto consumato saremo più verso uno stile shabby chic, lasciandolo grezzo, ma trattato con cera e con telai in ferro moderni avremo uno stile industrial.

DAI LIBERO SFOGO ALLA FANTASIA: COSA SI PUÒ FARE CON IL LEGNO?

Fondamentalmente l’elemento predominante è la fantasia. Quest’ultima è necessaria per sviluppare un modo alternativo di approcciare alle cose: il cosiddetto “pensiero laterale“. Una porta può diventare il piano di un bagno, mentre le assi di un cantiere un bellissimo tavolo con panche!

Quindi ricapitolando, non è necessario avere l’arte lignea in mano. Basta avere gli strumenti giusti, una certa dimestichezza nel lavoro manuale e molta creatività. Dimenticavo l’elemento più importante, il buon gusto.

A parte gli scherzi, ci sono mille tutorial su YouTube dove vengono spiegati dettagliatamente come si utilizzano alcuni attrezzi o come trattare il legno. A voi resta utilizzare questi strumenti e creare qualcosa di stupefacente, foss’anche un tagliere.

ARTICOLI CONSIGLIATI
COS’È UN LOFT? STORIA E CARATTERISTICHE
loft diviso in due ambiente grazie a soppalco in ferro, sotto c'è la cucina mentre sopra c'è un ufficio

La caratteristica principale del loft è che si ricava da capannoni industriali e fabbrica in disuso. Uno degli aspetti che Read more

PARLIAMO DI CUCINA, ANZI DELLE CUCINE
Cucina medievale con tavolo e panche in legno massello

La cucina come la intendiamo oggi, vede la sua origine negli anni sessanta con il primo modello componibile Cucina E5.

OPENSPACE E STILE INDUSTRIAL, DAGLI ANNI 50 AI GIORNI NOSTRI
Salotto in ambiente stile industrial con scala a chiocciola in metallo e parete in mattoni

Lo stile industrial nasce a New York negli anni '50, quando la necessita di abitazioni e un nuovo modo di Read more