Che siano angolari, lineari ad isola, il top è il punto focale
In base al materiale puoi definire uno stile, creare commistioni o ridefinire un’estetica. Ma come orientarsi e scegliere il top ideale.

Deve essere pratico e funzionale come prima cosa, deve garantire semplicità di utilizzo e manutenzione, per manutenzione si intende pulizia superficiale e più profonda. L’utilizzo ovviamente può causare un deterioramento del piano o il suo danneggiamento, l’uso di prodotti chimici, il cibo, come il pomodoro o il limone, acidi e corrosivi, il taglio degli alimenti, usare pentole calde senza sottopentola, tutto questo può concorrere all’usura del piano, e abbiamo citato casi che rientrano nel normale utilizzo di una cucina.

La scelta del materiale quindi non va presa sotto gamba, un’analisi costi benefici in base al materiale scelto è il primo dato da vagliare, in primo luogo non bisogna farsi confondere dalle molte finiture e nuance o dalle proposte più particolari, il materiale è fondamentale, poi arriva il resto.

A volte un piano può essere economico, ma molto pratico sia nell’utilizzo che nella manutenzione, altresì altri bellissimi sono delicati e complessi nella pulizia, ad esempio troppo delicati o che mal sopportano alcune sostanze o agenti chimici.

Bisogna mediare tra le diverse esigenze e considerare che un piano che magari costa poco, ma non ha caratteristiche performanti, nel tempo, andrà incontro ad usura ed anche velocemente. I top devono garantire durevolezza, praticità e qualità a fronte di un uso intensivo.
Da qui una scelta ponderata, il gonfiore in prossimità dei giunti, macchie indelebili o deformazioni a causa delle alte temperature, sono solo alcuni degli inconvenienti che potrebbero accadere scegliendo il top sbagliato.

Cucina con piano top in laminato effetto marmo scuro abbinato a colonne a parete effetto legno

I TOP CUCINE, QUANTI MATERIALI E QUANTI SPESSORI

Per quanto riguarda lo spessore di solito il ventaglio va da 1 cm a 6 cm, i materiali invece sono molti, laminati, vetro, quarzo, granito, pietra, marmo, legno, acciaio e ferro, senza considerare le nuove tecnologie come il laminato hpl e il corian, anche in questo momento la ricerca e lo sviluppo nel mondo delle cucine trova soluzioni alternative sempre più performanti.

La scelta del materiale è fondamentale, per le caratteristiche peculiari degli stessi e per quelle che conferiscono alla cucina, oltre al valore estetico, praticità, durata, facilità di pulizia e manutenzione, da considerare in modo concreto anche la possibilità del mantenimento di un livello di igiene adeguato, alcuni materiali ad esempio non permettono una pulizia adatta in certe condizioni, pensate a del legno in una cucina di un ristorante, troppe sollecitazioni, oppure ad un laminato in un luogo estremamente umido, come una casa al mare.

Ora vediamo quanti e quali materiali possono essere utilizzati per i piani cucina.

Piano top in laminato bianco in una cucina con isola e ante effetto legno

LAMINATO ^

Molto versatile ed economico, può replicare esteticamente molti materiali ed avere molti colori e rifiniture, resistente ad urti e graffi è facile da manutenere e da pulire.
Note negative patisce umidità e infiltrazioni, mal sopporta il calore e tende a scolorire con i raggi del sole. Quindi economico, ma ha delle criticità molto importanti.

LAMINATO HPL ^

Come il LAMINATO semplice è possibile avere molte finiture e replicare esteticamente altri materiali, ma a differenza, per la sua composizione di strati ti cellulosa e resine autoindurenti, compresse ad alta pressione, ottiene resistenza sia al calore che all’umidità e al tatto è molto gradevole.

Top cucine in hpl nero abbinato a lavello e miscelatore in acciaio inox e cucina bianca con maniglie nere, lo schienale alto in legno ripara il muro da schizzi

MARMO, GRANITO E PIETRE NATURALI ^

Il granito è una pietra naturale, resistente e molto impattante a livello estetico, ha una certa porosità, ma resiste agli acidi e soprattutto resiste agli urti e non muta il suo aspetto nel tempo.
Il marmo è un materiale molto pregiato disponibile in molte finiture, garantisce un livello igienico molto elevato, ma è più delicato rispetto ad altre pietre naturali, un urto può romperlo e agenti chimici possono macchiarlo.
Con le giuste attenzioni è performante in quanto è un piano altamente igienico e può durare immutato per moltissimo tempo, oltre essere esteticamente bellissimo.

Top cucine in marmo, bello, igienico e delicato in caso di macchie
Top cucine in granito, materiale naturale e resistente

VETRO ^

Il vetro deve essere temprato o composito per garantire sicurezza ed evitare si scheggi, non teme umidità e l’azione di agenti chimici, è facile da pulire e garantisce un altissimo livello di igiene. Teme le alte temperature, in base allo spessore può aumentare questa tolleranza, ma si riga facilmente. Realizzabile in moltissimi colori e finiture.

ACCIAIO ^

L’acciaio è pressoché indistruttibile ed altamente igienico, non per altro viene utilizzato per le cucine professionali. Resiste agli urti, è molto facile da pulire, può essere soggetto a graffi e macchie, ma con i prodotti specifici è possibile ripristinarlo.

Top cucina in acciaio inox

CORIAN ^

Il Corian è composto da resine che permettono di creare forme di qualsiasi tipo, anche piani curvi, questa caratteristica fa si che si possano creare top anche molto lunghi senza nessuna giunzione. Teme le alte temperature e nel caso di piccoli danni è possibile la riparazione in loco.

DEKTON ^

Il Dekton è un agglomerato di materiali naturali come vetro, ceramica e quarzo, resiste a graffi, urti, abrasioni, fuoco e calore, macchie di agenti chimici e acidi, è adatto ad utilizzo professionale ed intenso. Disponibile in tantissimi colori e finiture, alcune in grado di replicare le venature del marmo, inoltre è possibile realizzarlo in lastre di grande dimensione ed avere top senza giunzioni.

Top cucine in corian
Top cucine in dekton

LAMINAM ^

Il Laminam è una lastra ceramica di grandi dimensione, realizzabile in diversi spessori, è resistente alle temperature, siano alte o basse, è facile da pulire e si deterge facilmente, non teme agenti chimici aggressivi o alimenti acidi, non si macchia e ha una superficie non porosa, quindi è impermeabile all’acqua.
La superficie è idonea al contatto con gli alimenti per il suo alto grado di igiene, resiste a graffi e abrasioni. Diciamo che è il materiale più performante ed esteticamente molto elegante ed impattante.

Se ti piace il nostro stile, dai una mano ad Edomia e condividi l’articolo!

Piano top in laminam posato su isola con piano cottura a gas integrato
ARTICOLI CONSIGLIATI
CUCINA MOLTENI DADA: UNA STORIA NON DA POCO
Cucina Molteni Dada pensili e vetrinette per una cucina elegante isola ampia e funzionale in mezzo alla stanza

La cucina Molteni Dada è uno dei più prestigiosi marchi di arredo cucina Italiani. La storia è la qualità. L’attenzione Read more

LE FABBRICHE DI CUCINE DI LUSSO DELLA STORIA ITALIANA
Fabbriche di cucine parete in vetro che separa la cucina dal soggiorno penisola che parte da questo muro mobili da cucina a parete compreso di vetrinetta

La cucina, soprattutto per noi italiani, rappresenta quello spazio della casa che viene visto come un focolare

PARLIAMO DI CUCINA, ANZI DELLE CUCINE
Cucina medievale con tavolo e panche in legno massello

La cucina come la intendiamo oggi, vede la sua origine negli anni sessanta con il primo modello componibile Cucina E5.