La DOMOTICA è una scienza interdisciplinare che trae il suo nome dall’unione di due termini, “domus” che in latino significa casa e “ticos” che in greco indica tutte quelle discipline di applicazione.
Come dicevamo è una scienza interdisciplinare che mira ad aumentare il comfort dell’ambiente domestico, migliorare la qualità della vita e permettere l’interazione con esso.

Richiede l’apporto di molte tecnologie e professionalità, tra le quali ingegneria edile, architettura, ingegneria energetica, ingegneria gestionale, automazione, elettrotecnica, elettronica, telecomunicazioni, informatica e design.

Se ami la comodità o semplicemente di piace la tecnologia potresti trovare nella domotica la scelta migliore per la tua abitazione. In fondo grazie agli assistenti vocali ci stiamo avvicinando un po’ tutti ad avere una casa intelligente. Iniziamo dal basso: collegando le luci. Poi arriva il resto. Allora, cosa ne pensi? La casa domotica è la tua casa ideale?

LA CASA INTELLIGENTE: CHE COS’È LA DOMOTICA?

Il concetto di casa intelligente è stato sdoganato ormai da molti anni, diciamo pure una ventina e più. Talmente sdoganato che ormai basta che un elettrodomestico o un accessorio faccia qualcosa in più del dovuto per essere etichettato come domotico. Tanti spot promettono che i prodotti che promuovono in un attimo renderanno la tua casa intelligente. Si ma quanto intelligente?

Il punto è questo: la DOMOTICA ha come scopo la riduzione della distanza di interazione tra l’uomo e l’ambiente, che si concretizza in una gestione più oculata delle risorse e dello spazio, in un maggiore comfort e soprattutto una migliore qualità della vita.

Le discipline che concorrono sono tante. La ricerca costante è la chiave. L’architettura ha un’importanza strategica, per esempio, ma non sempre può essere interpellata. O meglio, nelle nuove costruzioni e nelle ristrutturazioni sì, ma se si intende domotizzare un ambiente preesistente, allora gli attori in campo mutano.

Possiamo affermare che tutto ruota intorno ad alcuni settori: l’impiantistica, la tecnologia degli accessori e degli elettrodomestici e i sistemi di sicurezza.

CHE COS’È LA DOMOTICA? COLLEGARSI PER AVERE UNA CASA INTELLIGENTE

In una casa DOMOTIZZATA l’impianto elettrico è tutto. In verità, ormai non si può più parlare esclusivamente di impianto elettrico perché sarebbe riduttivo. Adesso gli apparecchi comunicano in modi ben diversi rispetto a vent’anni fa tra wireless, bluetooth e cloud. Il paradigma è cambiato.

Per rendere una casa domotica l’interazione con essa deve cambiare: deve essere più snella, più smart. Questo vuol dire poter decidere di chiudere o meno le ante delle finestre o le serrande anche dall’esterno, anche da un altro continente, poter controllare la temperatura della casa e attivare a distanza il condizionatore, programmare le luci di un ambiente perché vi sono molte piante.

UNA CASA DOMOTIZZATA

E questo è solo l’inizio! In una casa DOMOTIZZATA gli elettrodomestici ci coadiuvano e assistono. Non solo svolgono la funzione che li contraddistingue, ma, ad esempio, i nuovi frigoriferi con lettori incorporati registrano i prodotti inseriti e ne controllano la freschezza, ti consigliano quando utilizzarli e se stanno per scadere, dotati di AI (intelligenza artificiale) studiano le tue abitudini e ti avvisano quando sta terminando un prodotto e connessi alla rete che pietanze preparare, i tempi di cottura e se collegati alla tua agenda come organizzare meglio gli acquisti dei cibi e le preparazioni in base ai tuoi impegni.
Pare inquietante, ma tutto questo corrisponde ad un minor consumo, maggior efficienza e riduzione degli sprechi. Inoltre ti possono consigliare quali vini scegliere e come abbinarli, cosa non da poco eh! Tutto questo parlando solo di un frigorifero, immaginate ora il resto. Lavatrici che in base al tessuto modificano il tipo di lavaggio e il quantitativo di detersivo da utilizzare, ti avvisa se stai mischiando capi che potrebbero rovinarsi o se stai lavano un prodotto in modo errato, oppure armadietti che ti allertano se un medicinale è scaduto o meglio un lettore che collegato ad una tua scheda medica ti allerta di intolleranze per cibi e medicinali. C’è anche la possibilità di collegare il sistema centrale della casa alle nuove piattaforme per acquisti e nel caso in cui un prodotto che si acquista con frequenza scade questo viene automaticamente ordinato e spedito.

Detto questo, è chiaro che tutto ciò è possibile se i singoli elementi comunicano in modo corretto, senza interruzioni, senza intoppi e soprattutto in modo costante e se tutto ciò può essere facilmente monitorato, programmato, modificato e gestito.

Va da se che l’impianto è tutto. È lo scheletro. Anzi è il sistema linfatico e il cervello ed il cuore sono la centralina ed il sistema di gestione, dotato ovviamente anch’esso di una AI che sappia comprendere e interpretare i dati e diventare sempre più efficiente in base al tipo di input.

IL SISTEMA DI SICUREZZA: CHE COS’È LA DOMOTICA?

Non poteva mancare il sistema di sicurezza. Non è solo l’allarme per evitare le effrazioni ma è il sistema che controlla tutto ciò che è collegato e che si preoccupa di vigilare che tutto funzioni nel migliore dei modi.
Certo, con le telecamere intelligenti è possibile monitorare ogni ambiente ed ogni anfratto, possiamo essere avvisati in qualsiasi momento se sta accadendo qualcosa di anomalo, allertare tempestivamente le forze dell’ordine o bloccare vie di fuga ad esempio.
Il sistema di sicurezza ci avvisa di allagamenti, perdite di gas, se un terremoto ha danneggiato la struttura della casa o se c’è troppa umidità e se l’aria è contaminata, regola addirittura la chiusura delle tapparelle per agevolare il ciclo sonno/veglia.

Ci permette di sentirci al sicuro appunto, come un custode che osserva al posto nostro.

La domotica cambia radicalmente gli impianti di casa. Cambiano i collegamenti. Cambia la comunicazione tra gli apparecchi.

ARTICOLI CONSIGLIATI
COME RINNOVARE LA CUCINA? I CONSIGLI PER INIZIARE
Cucina moderna angolare su pavimento di parquet

Rinnovare la cucina è un grande cambiamento, ma anche sinonimo di un nuovo inizio.

LA DIFFERENZA TRA LOFT E APPARTAMENTO CLASSICO: COSA SAPERE?
Loft openspace con piano soppalcato

Prima o poi dovevamo affrontare l'annoso dilemma, inevitabilmente pone tutti difronte ad una difficile, quanto incerta scelta. Meglio loft o Read more

STILE MINIMALISTA: IL SIGNIFICATO NASCOSTO
salotto in stile minimal con pareti in cemento armato

Lo stile minimal è essenzialità, rigore e importanza degli spazi. Ogni elemento superfluo viene abbandonato perché "less is more".