Stai ristrutturando? Magari tutta la casa oppure solo una parte? Sei tranquillo sul divano ma una voglia improvvisa ti assale, peggio della Mannoia in Caffè Nero Bollente?

Ti sei stufato della cucina? Troppi anni che è li? Cade a pezzi? Tua moglie non la sopporta più? Oppure il tuo compagno ha un’improvvisa attitudine alla cucina e vuoi dargli tutti gli strumenti per renderlo il nuovo vincitore di Bake Off Italia?

Non ti resta che fare una cosa: cambiare cucina. Ovvio!

CAMBIARE LA CUCINA: FACILE! MA PRIMA BISOGNA CAPIRE CHE COSA SI VUOLE

É vero, capire cosa si vuole è la cosa più complicata,  ma non siete i soli. Rincuoratevi pensando che la maggior parte delle persone non sa assolutamente cosa vuole dalla vita, voi se siete in panne sole per la cucina: sarà una passeggiata.

Allora, cominciamo dal “cosa volete”. Per dare una risposta quantomeno approssimativa è necessario farsi un minimo di cultura. Non abbiate paura, non ho detto che dovrete fare un corso e diventare interior designer o Cracco, serve solo a comprendere cosa non vi piace.

Come fare? Basta giocare! Prendete riviste di arredamento, se per cucine meglio, navigate su internet, guardate un sacco di foto, di case famose, di case non famose, di case da sogno che non potrete mai permettervi (ma è divertentissimo) e di case orrende giusto per sentirvi meglio. Poi ricominciate e perdetevi. Fate in modo che sia una gioco, un modo per rilassarvi dopo un giornata di lavoro e non lavoro che vi permetta di fantasticare e sognare su come potrebbe venire una volta terminata (o su quando il vostro/a compagno/a diventerà famoso e sarà premiato da Benedetta).

Dopo che vi siete informati a dovere dovete porvi un’altra domanda: preferite le cucine moderne o quelle classiche? Una volta che avete risposto a questo interrogativo potete cominciare ad immaginarla. Iniziate a prendere delle misure e ad azzardare, anche soluzioni assurde o poco diffuse o mai viste. Volete una palma che buca il banco da lavoro? Immaginatela, provate a capire se è possibile ed eventualmente rivolgete domande e dubbi a chi sceglierete per realizzare la vostra cucina.

A CHI PUOI RIVOLGERTI PER CAMBIARE LA CUCINA?

Avete diverse alternative, negozi di cucine ad esempio, soluzione immediata e scelta più comoda, avrete una cucina fatta in serie, canonica e che segue i dettami della moda del momento, senza velleità, ma onesta e funzionale e sicuramente bellissima.

Alternativa potrebbe essere un falegname, che potrebbe realizzarla insieme a voi, sviluppare il telaio, gli stipi, il bancone, gli alloggiamenti per gli elettrodomestici e potrebbe poi montarvela come volete voi.

Potrete scegliere il materiale ed ogni aspetto, comprese le maniglie o la gola o le ante se desiderate.

Parrebbe una soluzione costosa, ma non lo è affatto, poiché a parte le soluzioni base proposte dai vari negozi, apportare una piccola modifica o adattare un modello al vostro spazio costerà, e non poco.

Altra opzione la cucina in muratura, la quale come sopra, magari coordinando muratore e falegname, potrete avere una cucina alternativa e personalizzata, ad esempio potrete optare per una vecchia porta come bancone da lavoro o un lavabo antico come lavandino, addirittura scegliere vecchi rubinetti per renderla unica.

In fin dei conti non abbiate paura di lasciarvi andare, il design è proprio questo, rompere gli schemi ed inventare nuovi modi.

ARTICOLI CONSIGLIATI
PAVIMENTO PER CUCINA BIANCA, QUALE SCEGLIERE?
pavimento bianco per cucina bianca con elementi in legno che scaldano l'ambiente

Non esiste un pavimento per cucina bianca perché tutti i tipi di pavimentazione vanno bene: sia colori che materiali si Read more

CUCINA BIANCA SHABBY ANGOLARE, QUALI SONO LE CARATTERISTICHE?
cucina bianca shabby angolare con penisola a ferro di cavallo

La cucina bianca shabby è un vero e proprio classico, se poi è anche angolare abbiamo raggiunto il massimo.

CUCINA SHABBY CHIC CON ISOLA: COM’È?
cucina shabby chic con isola

La cucina shabby chic con isola è un connubio tra classico e moderno. I colori dei mobili sono tenui e Read more