Una camera da letto moderna non può non avere una bella cabina armadio. Ma cosa bisogna fare per arredarla al meglio? Esistono mille alternative intelligenti e pratiche per farlo. Basta prendere le giuste decisioni. Ma ricordate che la cabina armadio deve rispecchiare il vostro essere.

ORGANIZZARE LA CABINA ARMADIO: LE REGOLE DA SEGUIRE

Basta con l’idea che una cabina armadio sia solo un posto dove decidere cosa mettersi! Bisogna partire dal presupposto che se la stanza ti ispira è più facile venire orientato anche nel tuo modo di vestire. Si sa che un buon outfit può cambiare completamente l’andamento di una giornata.

Ci sono due regole principali da seguire per poter organizzare una cabina armadio al meglio:

  • Deve essere organizzata, sezionata. In poche parole, deve essere meglio di un magazzino. Ogni cosa deve avere un suo posto e ogni abito deve avere lo spazio adatto a lui. Non esiste che le camicie vengano piegate perché non c’è un ripiano adatto. Bisogna creare e pensare a una soluzione adatta in lunghezza e profondità a ogni capo.
  • Deve essere esteticamente bella. Deve ispirare ed è necessario che i vestiti siano a portata d’occhio, in modo da avere una scelta consapevole nell’interesse dei propri capi. Altrimenti si finisce per dimenticarci di quel bel maglione rosso riposto in un cassetto che non apriamo mai.

Arredare una cabina armadio significa mettere degli oggetti che le diano carattere: un bel pouf o qualche poltrona o un divano sofà, un tavolino o dei soprammobili eleganti. Insomma bisogna lasciare spazio alla fantasia.

QUALCHE COSIGLIO UTILE PER ORGANIZZARE LA CABINA ARMADIO

Passando al lato pratico, per organizzare una cabina armadio che si rispetti ci vogliono:

  • Minimo 4 cassetti:
    1. Due alla biancheria intima e pigiami.
    2. Uno dedicato agli accessori.
    3. Uno dedicato ai cosiddetti “indumenti della salute” maglie termiche, canottiere e così via.
  • Minimo uno spazio dedicato agli abiti da appendere, meglio se divisi tra giacche invernali, estive e camicie.
  • Minimo uno spazio per i capi come gonne e pantaloni o pantaloncini, tute e indumenti sportivi.
  • Uno spazio per le scarpe.
  • Una grande sezione dedicata a riporre quegli abiti che vengono messi via durante il cambio armadio.
  • Uno spazio opzionale dedicato a quegli accessori ingombranti come cravatte, cinture, sciarpe, cappelli e guanti.

Ovviamente, non serve neanche specificare che questo è possibile in caso di grandi spazi e un budget consistente, se non ci sono queste sue prerogative, si può optare per un armadio ristretto, che non occupi tutta la stanza, ma comunque di tutto rispetto.

ARTICOLI CONSIGLIATI
LA FATIDICA DOMANDA: QUALE DIVANO SCEGLIERE?
Divano in stoffa nero con piedi in acciaio

La comodità deve essere al primo posto, non è pratico mettere al primo posto l’estetica della stanza.

ESISTONO VARI TIPI DI TESSUTI MA COME E DOVE UTILIZZARLI?
Poltroncina in tessuto con coperta rossa ricamata appoggiata sopra

Gli inglesi ne hanno fatti un'arte, la chiamano "soft furnishing", ovvero il cambiare aspetto alla casa arredandola con i tessuti Read more

CUCINE CON PARQUET, COME ARREDARLE?
cucina bianca pavimento grès porcellanato scuro

Il parquet è legno quindi è un materiale molto delicato e anche poco economico ma non è così fragile come Read more