Possibilità infinite per il riposo dei piccoli principi e delle piccole principesse
Il riposo dei bambini è molto importante e allora perchè non trasformarlo in una favola?

Non si tratta solo di composizione camerette, la camera dei bambini non è fatta solo di mobili.

Dobbiamo rimmergerci nel mondo dei bambini, ascoltare le loro esigenze.

Vogliono giocare, condividere, divertirsi. Devono fare i compiti e studiare. Ospiteranno i loro primi amori, li vedremo crescere e li accompagneremo.

Quindi come scegliere la composizione cameretta perfetta?

COMPOSIZIONE CAMERETTE, QUANTE POSSIBILITÀ ABBIAMO?

La prima cosa da fare è distinguere i tipi di camera, infatti possiamo avere una stanza singola oppure una doppia.

La camera singola deve avere una grandezza di almeno 9 mq ed è perfetta per un solo bambino anche se possono conviverci anche in due se si stringono un pochino e le soluzioni salvaspazio aiutano molto in questo senso.

La camera doppia deve avere una grandezza di almeno 14 mq, spaziosa, capiante, è adatta alla convivenza di più bambini. Più la stanza è ampia e maggiori sono le possibilità per arredarla, in questo caso si possono prendere dei letti a terra.

Quante tipologie di camerette per bambini esistono?

COMPOSIZIONE CAMERETTE, QUALI TIPOLOGIE DI LETTO ESISTONO? ^

Gli elementi fondamentali per le camerette dei bambini sono il letto e l’armadio.
Di entrambi ne esistono di diverso tipo e in base alle proprie esigenze e alle dimensioni della stanza ognuno può scegliere la soluzione che fa al caso suo.

Tra quanti letti possiamo scegliere?

Il letto può essere singolo, detto anche ad una piazza. Questa tipologia è il classico letto per una persona e ha una larghezza standard di 90 cm.

Un’alternativa al singolo è il letto da una piazza e mezza, di dimensione maggiore (larghezza standard di 120 cm) è molto comodo per le persone a cui piace allargarsi e anche se un po’ strettino ci si dorme anche in due.

Tra il letto ad una piazza e mezza e il letto matrimoniale, abbiamo il letto alla francese, che per dimensioni è più grande del primo ma più piccolo del secondo con una larghezza standard pari a 140 cm.

Il letto matrimoniale o doppio, è quello che tipicamente da bambini chiamiamo “il lettone”; è il letto dei grandi, di mamma e papà, ma ai ragazzini piace l’idea di avere un bel letto grande nella propria stanza. La sua larghezza standard è di 170 cm.

Le tipologie di letto sopra citate sono maggiormente adatte alle stanze di dimensioni maggiori, per quelle più piccole si tende ad usare delle soluzioni salvaspazio che vedono protagonisti i letti a castello, i letti a soppalco e i letti scorrevoli.

I primi sono formati da due letti sovrapposti, il letto a castello, infatti, si sviluppa in verticale. Anche i letti a soppalco si sviluppano verticalmente rispetto alla parete su cui poggiano. Possono essere formati da un letto posto sopra un’armadiatura oppure da due letti combinati ad un armadio.

I letti scorrevoli sono formati da 2 o 3 letti posti uno sopra l’altro. All’occorrenza il secondo e il terzo letto si fanno scorrere in avanti e quando non servono si ritirano così da occupare meno spazio nella stanza

ARMADI PER CAMERETTE, QUALI SCEGLIERE? ^

L’armadio si sceglie in base allo spazio a disposizione. La distinzione principale è tra un’armadiatura lineare e una angolare. La prima richiede meno spazio in quanto occupa una sola parete; la seconda ha bisogno di due pareti adiacenti, ed essendo più grande, è più capiente.

Vedremo che per le stanze di piccola metratura esistono soluzioni salvaspazio che vedono letti e armadio come un unico corpo.

Ma per le stanze più grandi, possiamo sbizzarrirci, non abbiamo limiti a parte le dimensioni della stanza. Considerate queste l’armadio può essere lineare, angolare, occupare interamente la o le pareti oppure solo una piccola parte. Possiamo posizionarlo dove e come vogliamo.

Se abbiamo a disposizione una piccola stanzetta, adiacente alla cameretta possiamo anche creare una cabina armadio su misura, inserendo tutti gli elementi che reputiamo necessari. Ci sono anche delle composizioni per camerette che prevedono delle armadiature strutturate come cabine armadio.

Oltre agli elementi sopra citati, gli armadi si differenziano anche per il tipo di apertura e di anta, possiamo averle battenti e scorrevoli ed entrambe le tipologie potrebbero essere a specchio oppure interamente del medesimo materiale (legno, laminato, etc.).

Ciò che differenzia le ante battenti da quelle scorrevoli è lo spazio che occupano; le ante battenti hanno bisogno di un ampio raggio d’azione per potersi aprire, quelle scorrevoli invece occupano pochissimo spazio quindi vanno bene anche negli ambienti più ristretti.

La grandezza dell’armadio, oltrechè in base alle dimensioni della stanza, si sceglie guardando l’ampiezza del guardaroba. L’armadiatura deve contenere i vestiti quindi deve essere abbastanza capiente.

COMPOSIZIONE CAMERETTE SALVASPAZIO E CAMERETTE CON LETTI A TERRA, COME SCEGLIERE? ^

Le camerette salvaspazio sono sempre più gettonate e offrono diverse soluzioni, ognuna adatta alle diverse esigenze che possiamo avere.
Le principali soluzioni salvaspazio sono le camerette a ponte, con letto a castello e a soppalco. Nello specifico poi possiamo avere camerette con letti a scomparsa o scorrevoli.

Camerette a soppalco e letto a castello

Le camerette a soppalco sono una delle soluzioni maggiormente scelte tra quelle salvaspazio perché permettono la convivenza di 2-3 bambini all’interno dello stesso ambiente, ottimizzandone lo spazio anche laddove è meno ampio.

All’origine delle camerette a soppalco, ci sono i letti a castello. La peculiarità è lo sviluppo in verticale della cameretta, permettendo così di occupare una sola parete per poter dedicare il resto della stanza ad altri spazi, come il gioco e lo studio.

Le camerette a soppalco possono essere lineari e angolari, in quelle lineari abbiamo un letto posto sopra un’armadiatura bassa oppure due letti posti uno sopra l’altro con armadiatura laterale e occupano una sola parete. In quelle angolari abbiamo due letti posti uno sopra l’altro sfalsati e occupano due pareti adiacenti.

Le camerette a ponte, quali sono le misure base?

Le camerette a ponte sono un’ottima soluzione salvaspazio. Si adattano perfettamente agli ambienti spaziosi e sono perfetti in quelli più piccoli.
Una cameretta a ponte deve, prima di tutto, essere funzionale e pratica.

Nella scelta di una composizione di questo tipo, le misure sono importantissime.

Queste camerette sono componibili per cui la dimensione della composizione è variabile e adattabile ad ogni tipo di stanza. Tutto dipende dalla parete a cui si vuole appoggiare. Inoltre proprio grazie alla loro modularità è possibile accostare moduli di diverse dimensioni tra loro.

Ma quali sono le misure che dobbiamo considerare?

Altezza, profondità e lunghezza

La prima altezza da considerare è quella della stanza e quindi della parete (dal pavimento al soffitto).
Se la nostra parete ha un’altezza inferiore ai 225 centimetri è meglio optare per una composizione differente perchè rimane troppo bassa. Infatti, è sempre una cosa buona lasciare qualche centimetro di scarto in altezza, l’armadio non deve arrivare a toccare il soffitto perchè alle volte quest’ultimo può risultare imperfetto e potrebbe capitare che un’armadiatura troppo giusta non si riesca a montare.

In genere l’altezza dell’armadiatura di una cameretta a ponte varia tra i 220 e i 290 centimetri. Mentre il vano sottoponte ha un’altezza variabile tra i 120 e i 180 centimetri.

Un armadio ha una profondità standard di 60 centimetri perfetta per permettere di appendere gli abiti. E’ possibile avere anche dei moduli a profondità ridotta ma risulterebbero poco funzionali perchè meno capienti. All’armadiatura si può aggiungere una libreria ponte con profondità variabile tra i 30 e i 40 cm.

Le misure standard di un letto sono 90 cm di profondità per 200/210 cm di lunghezza.

La lunghezza del ponte dipende dal letto mentre quella dell’armadiatura dipende dalla parete della camera.

In base alla posizione del letto se è parallelo alla parete, perpendicolare ad essa, e alla sua grandezza se è singolo o doppio la lunghezza del ponte varia dai 100 cm fino ai 210 cm.

Al ponte possiamo aggiungere dei fianchi di sostegno che occupano uno spazio di 2-4 cm oppure delle colonne che posson avere diverse dimensioni (45, 60, 90, 110, 120 cm).

Composizione camerette con letti a terra, quando sceglierli?

Le camerette con letti a terra sono le classiche camere da letto con uno o due letti e l’armadio che può essere più o meno grande e che occupa uno o due lati della stanza.

Questo tipo di camerette non sono adatte a tutti gli ambienti, infatti, richiedono stanze ampie perchè occupano uno spazio maggiore. In questo caso non abbiamo una struttura “collegata” al letto.

Questa soluzione ha molte più possibilità e permette di arredare con più fantasia la cameretta per i bambini.

A parte la grandezza della stanza, non ci sono limiti. Mentre le camerette a ponte o con soppalco devono considerarsi come blocchi unici qui tutto e a se stante, ogni elemento si può mettere dove si vuole e non c’è limite alle misure (a parte le dimensioni della stanza).

Le camerette con letti a terra sono perfette per la convivenza di due bambini, fossero già tre, per quanto ampia, inizierebbe ad essere decisamente stretta.

Oltre alle dimensioni delle cameretta, bisogna prestare attenzione alle esigenze dei bambini che in base all’età cambiano.

Una cameretta deve essere esteticamente bella, accogliente e funzionale quindi facciamoci guidare dal gusto personale nella scelta ma è importante anche farsi consigliare da esperti del settore che possono aiutarci a realizzare il progetto.

Se ti piace il nostro stile, dai una mano ad Edomia e condividi l’articolo!

ARTICOLI CONSIGLIATI
LA SCUOLA DEL BAUHAUS TRA ARTE E DESIGN
Sedie Barcellona elemento d'arredamento rappresentante del Bauhaus

Il Bauhaus rappresenta un momento molto elevato nel dibattito novecentesco sul rapporto tra tecnologia e cultura.

CASE ARREDATE IN STILE PROVENZALE: COME SONO?
Case arredate in stile provenzale salottino che predilige il colore bianco, tavolino in legno e sedia di vimini. Una stufa a legna scalda la stanza. Sono presenti fiori, piante secche e rampicanti

Lo stile PROVENZALE ha riverberi romantici, eleganti, di qualcosa di vissuto, ma non dimenticato, anzi curato, con devozione.

COME SI FA LO STILE SHABBY CHIC: VECCHIO O MODERNO?
Salotto in stile shabby chic dai mobili rustici e raffinati luminoso grazie al colore bianco e alla grande finestra da cui entra la luce

Lo stile shabby chic va di moda è fuor dubbio, ultimamente ha conquistato molti, anche i più rigorosi e attenti Read more